Crea il tuo blog adesso!
 
Leggi gli altri blog...

VOCI DEL VERBO ESSERE

Una miscela esplosiva di Voci, Chitarre e ritmo sulle note degli U2, Queen, Pink Floyd, Beatles, Guns and Roses, Simon & Garfunkel, passando per Skunk Anansie e Morisette. Le Voci del verbo essere sono: Daniele Lattanzi: Voce leader - Giampiero Lattanzi: Voce 2, Chitarra Acustica, Keyboards, PC - Mody Paglia: Chitarre, Voce 3, PC - Maurizio Bernini : Basso -  Michele Villetti : Batteria

http://www.myspace.com/vocidelverboessere

domenica, 03 giugno 2007

per quanti ci chiedono l'origine del nostro nome

 

Verbo Essere nasce nella seconda metà degli anni '90 nel tentativo di riagganciare la quotidianità della nostra vita con alcuni valori che in quell'epoca sembravano eclissati, offuscati.

Ognuno di noi contribuì con il proprio patrimonio poetico e musicale a realizzare, giorno dopo giorno, un microuniverso nascosto, clandestino -suonando e cantando sottovoce- pur di mantenersi vivi in quegli anni governati dal Verbo Avere.

Il crollo di quel sistema, dovuto alla sommatoria di più crisi, da quella economica a quella politica, da quella morale a quella istituzionale, rischia ora di travolgere nelle proprie macerie ogni sia pur flebile prospettiva di un domani migliore.

Ed è per tale motivo, per mantenerci vivi appunto, che abbiamo pensato di affidare alle Voci migliori del gruppo, le Voci del Verbo Essere appunto, il compito di esternare il nostro grido di disperazione sì, ma anche di speranza.

Ognuno di noi conduce una doppia vita: una metà, contrassegnata dalla luce del sole, è immolata alla quotidianità ed alla sacralità del lavoro, alla ipocrita banalità di relazioni sociali basati su "Buongiorno, come sta la Sua signora?" "I migliori auguri a Lei e famiglia", "Che bel bambino che ha!"......  ed è la metà di noi che i discografici amano di più.

L'altra metà, quella a cui noi teniamo tanto, è illuminata dal chiarore lunare e testimonia la nostra affinità con tutte l creature notturne, quelle cioè che nella notte esprimono il loro disagio di vivere, che alla notte affidano la loro voglia di vivere.

La nostra musica tenta di fondere le atmosfere nebbiose e rarefatte del sogno con la realtà violenta, caotica, rumorosa che inevitabilmente aggrediscono quanti devono tutti i giorni confrontarsi e misurarsi con la civiltà tardo industriale.

I testi raccontano piccole storie di periferie urbane, stati d'animo, sensazioni.


Al prossimo post...

postato da VociVerboEssere alle ore 19:55 | Permalink | commenti (6) / commenti (6) (pop-up)
categoria:

sabato, 02 giugno 2007

Accontentiamo altri amici
Ke kasino 6
(Verbo Essere)

Sono solo qui alle 4 del mattino
con la testa che sprofonda nel cuscino.
Come sempre sei fuggita all’improvviso
Mi è rimasta solo l’ombra del tuo viso.

Ho la testa che mi scoppia devo uscire
chiuso in casa sto rischiando d’impazzire.
Non riesco più a levarti dalla mente
Ma di me non te ne frega proprio niente.


Ke kasino 6, ke kasino fai.
Io non so chi sei, Non so cosa fai.
Il mio problema sei Tu… Il mio casino Tu,
Ma io sono ormai innamorato di Te.

Ke kasino 6, ke kasino fai.
non so più chi sei, Non so cosa fai.
Il mio casino sei Tu… Il mio problema Tu,
Ma io sono ormai innamorato di Te.

Alle dieci dentro al solito locale
sto guardando qualche foto sul giornale.
Sento dire che giocavi a mosca cieca
E facevi la cretina in discoteca

Ho la testa che mi scoppia devo uscire
Sei bellissima e mi manchi da morire.
Corro fuori, mangio al volo un tramezzino,
questa è sfiga, non mi parte il motorino.

Ke kasino 6, ke kasino fai.
Io non so chi sei, Non so cosa fai.
Il mio problema sei Tu… Il mio casino Tu,
Ma io sono ormai innamorato di Te.

Ke kasino 6, ke kasino fai.
non so più chi sei, Non so cosa fai.
Il mio casino sei Tu… Il mio problema Tu,
Ma io sono ormai innamorato di Te.

Le tue mani sono calde sul mio viso
con lo sguardo mi prometti il paradiso
poi svanisci dietro l’ombra di un sorriso.

Ke kasino 6, ke kasino fai.
Io non so chi sei, Non so cosa fai.
Il mio problema sei Tu… Il mio casino Tu,
Ma io sono ormai innamorato di Te.

Ke kasino 6, ke kasino fai.
non so più chi sei, Non so cosa fai.
Il mio casino sei Tu… Il mio problema Tu,
Ma io sono ormai innamorato di Te.
postato da VociVerboEssere alle ore 18:04 | Permalink | commenti (16) / commenti (16) (pop-up)
categoria:

sabato, 02 giugno 2007

una risposta alle tante richieste, il testo de l'Estate.....

L’Estate se n’è andata così
(Verbo Essere)

Maledetto lo sguardo che tu
Mi hai regalato coi tuoi occhi blu
Imbambolato davanti a te….
Tu che mi giuravi amore, soldi, sesso e felicità…

Ma l’estate se n’è andata così,
senza vederti se n’è andata così,
senza parlarti se n’è andata così,
senza una lira se n’è andata così.
Tra gli ombrelloni cerco gli occhi tuoi blu,
tra gli aquiloni cerco gli occhi tuoi blu,
nelle lenzuola cerco gli occhi tuoi blu,
solo parole…
tu che mi dicevi: “starò sempre con te…”

Maledetto il giorno che tu
Sei arrivata con quegli occhi blu,
rincoglionito ti ho detto sì
e tu mi dicevi: “sei stupendo, sono pazza di te…”

Ma l’estate se n’è andata così,
senza sentirti se n’è andata così,
senza baciarti se n’è andata così,
senza una lira se n’è andata così.
Sotto la doccia cerco gli occhi tuoi blu,
sotto le stelle cerco gli occhi tuoi blu,
nelle lenzuola cerco gli occhi tuoi blu,
solo parole colorate di blu….

Ti penso ancora sai,
torna l’inverno coi suoi guai,
i miei pensieri e i tuoi
persi in un’isola.

Tu che mi dicevi: “starò sempre con te…” che stronza!
Tu che promettevi amore, sesso, soldi e felicità…

Ma l’estate se n’è andata così,
senza baciarti senza gli occhi tuoi blu,
senza rimpianti se n’è andata così,
non c’è un rimorso dentro gli occhi tuoi blu.
E l’estate è finita così,
sotto la pioggia è finita così,
cade la neve… è finita così,
sei stata un sogno colorato di blu
E’ finita così,
dentro gli occhi tuoi blu.
postato da VociVerboEssere alle ore 17:44 | Permalink | commenti (3) / commenti (3) (pop-up)
categoria:

sabato, 02 giugno 2007

Un regalo per tutti, il testo del nuovo pezzo delle Voci del Verbo essere.
Sono Nato per Te
(Verbo Essere)

La mia serenità nasce con Te,
dovunque sei sarai vicino a me,
dovunque sono al mondo
Ti sentirò dentro il cuore
come un angelo.

Sono nato per Te,
e per Te io sarò come l’acqua del mare
o l’azzurro del cielo.
Sono nato per Te,
e con Te io vivrò
un domani migliore
dove il sole non muore.

Il mio pensiero va, corre da Te.
Ovunque sei sarai vicino a me…
E Ti proteggerò, mi sentirai
Nel Tuo cuore come un angelo.

Sono nato per Te,
e per Te lotterò per restarTi vicino
come fossi un bambino.
Sono nato per Te,
e con Te crescerà questa voglia d’amore
che mi porto nel cuore.

Prendi la mia anima,
senza Te non posso vivere
perché io sono nato per Te.

Sono nato per Te,
e per Te io vivrò
per guardare il Tuo viso,
per ridarTi il sorriso.
Sono nato per Te,
ed è nato per Te questo piccolo fiore
che coltivo nel cuore.
 
postato da VociVerboEssere alle ore 17:41 | Permalink | commenti / commenti (pop-up)
categoria:

sabato, 02 giugno 2007

l’ESTATE (se n’è andata così)

“l’Estate” è la metafora della vita.. dal ragazzo che rimpiange la stagione appena passata senza la ragazza che lo aveva sedotto, all’uomo che capisce di essere diventato “adulto” senza aver trovato un senso alla propria vita che sembra scappargli di mano… a quell’uomo malinconico che pensa agli anni passati, all’estate   della sua vita, al lungo inverno che sta vivendo e che sembra non finire mai…
Un’”Estate” che sembrava promettere grandi cose e, invece… “se n’è andata così… che stronza!”

http://myspace.com/vocidelverboessere
postato da VociVerboEssere alle ore 15:15 | Permalink | commenti / commenti (pop-up)
categoria:

sabato, 02 giugno 2007

SONO NATO PER TE

SONO NATO PER TE


Sono nato per te. Una frase d’amore. “La” frase d’amore. Quella frase in grado di legare due cuori per sempre, quella dichiarazione alla quale nessuna donna o nessun uomo può rimanere indifferente. La proposta implicita di un impegno che dura tutta la vita. Forse anche oltre. Eppure in quest’epoca dove tutto è precario e temporaneo, fast & easy, anche l’amore morde e fugge al ritmo incalzante degli impegni, il lavoro, l’autocompiacimento, il self-made, self-loved… la coppia si scioglie e il singolo commenta “sono nato per me”.

Possibile che quella frase meravigliosa che ogni cuore aspira a sentirsi dire abbia perso del tutto valore e motivo di essere? No, ancora no. C’è un legame naturale che supera le forze della natura, sfida il tempo e resiste ad ogni frenesia. Un amore “destinato” dal principio, l’amore che un genitore nutre verso il proprio figlio. Ascoltando attentamente il testo della canzone, lasciandosi trasportare dalle emozioni confidate si condivide la straordinaria esperienza di Giampiero, papà da pochi mesi.

"Sono nato per Te" è il secondo pezzo del cd delle Voci del Verbo essere "L'Estate se n'è andata così".

http://myspace.com/vocidelverboessere

postato da VociVerboEssere alle ore 15:06 | Permalink | commenti / commenti (pop-up)
categoria:

Chi sono

Blogger:
Nome: Voci del Verbo Essere Daniele - Giampiero - Mody - Maurizio - Michele
Attualmente il nostro brano L'ESTATE (se n'č andata cosė) sta passando sulla famosa trasmissione radiofonica VIVA RADIO2 di Fiorello e Baldini, con ottimi consensi del pubblico e dei conduttori.

Il 29 Marzo 2007 siamo stati ospiti in trasmissione con un intervento live


Contattami
Il mio profilo
Linkami
Iscriviti a questo blog


Archivio

oggi
giugno 2007

Categorie

Partecipano

Media recenti

Voci del Verbo Essere - Ke Kasino 6
Estate
Vedi altri media

Bottoni

RSS 2.0
ATOM 0.3
Share this blog
Powered by Splinder

Contatore

visitato *loading*volte